Holidoit Logo

Le 5 Migliori Passeggiate da Fare a Bormio

10 ottobre 2023 8 minuti di lettura

Le 5 Migliori Passeggiate da Fare a Bormio

Con una rete di sentieri e percorsi trekking che si estende per oltre 600 chilometri, le vallate circostanti Bormio offrono un ambiente ideale per trascorrere delle splendide giornate all'aria aperta.

Abbiamo selezionato alcune delle escursioni e passeggiate a Bormio più iconiche e famose che ti permetteranno di vivere appieno la tua vacanza a contatto con la natura.

Inoltre, ti ricordiamo che sul sito turistico della città, puoi trovare la mappa dei sentieri di Bormio che ti permetterà di orientarti e scegliere il percorso più adatto alle tue preferenze.

Contenuti

1. Passeggiata Croce della Reit

Croce della Reit

Croce della Reit

La passeggiata verso la Croce della Reit è un'escursione di media difficoltà con una lunghezza di circa 5,99 chilometri e una durata prevista di circa 2 ore e 50 minuti.

Il percorso inizia dalla suggestiva Piazza di Combo, da dove si prosegue attraversando il Ponte di Combo. Da qui, la passeggiata procede lungo la Ripa Guarda Nazionale e poi via Castello, prima di imboccare il sentiero S532. Questo tratto del percorso è caratterizzato da un'ascesa significativa, ma è ben segnato e presenta numerosi tornanti numerati che rendono il cammino più agevole.

L'itinerario continua lungo il sentiero S533 della Pedemontana della Reit, e dopo aver svoltato a sinistra per circa 200 metri, avrai la possibilità di vedere il tracciato che ti condurrà alla meta: la Croce della Reit.

La parte finale della passeggiata offre una vista spettacolare, nonostante la salita ripida in alcuni tratti. Qui, il sentiero si snoda attraverso un bosco di abeti, larici, pini silvestri e mughi, creando un'atmosfera rilassante e immersiva.

Arrivato alla Croce della Reit, sarai premiato con una vista panoramica mozzafiato che abbraccia l'intera vallata, estendendosi dalla Valfurva alla Valdidentro, con una splendida vista sulla Valdisotto.

2. Passeggiata sul Sentiero Glaciologico Alto

Sentiero Glaciologico Alto

Sentiero Glaciologico Alto

Il Sentiero Glaciologico Alto è un'escursione di media difficoltà che si estende per circa 8,22 chilometri, con una durata prevista di circa 3 ore e 5 minuti.

Questo affascinante percorso di trekking in Lombardia è situato nella splendida Valle dei Forni, nella regione di Valfurva, e offre ai visitatori un'opportunità unica per esplorare la bellezza glaciale di questa zona alpina.

Il punto di partenza e di arrivo è il Parcheggio Forni, il che rende il percorso molto accessibile per i visitatori.

Il sentiero fu parzialmente realizzato nel 1995 per commemorare il centenario della fondazione del Comitato Glaciologico Italiano.

Si sviluppa lungo la Valle dei Forni e offre l'opportunità di esplorare il ghiacciaio omonimo e di comprenderne gli eventi naturali che hanno modellato la morfologia della valle nel corso del tempo.

Sentiero Glaciologico Alto

Sentiero Glaciologico Alto

L'itinerario segue una serie di indicazioni ben segnalate, inizialmente scendendo brevemente verso il torrente e attraversando il ponte prima di salire una caratteristica scala in pietra.

Il sentiero prosegue salendo gradualmente a mezzacosta, passando attraverso una zona dove è possibile vedere dei resti di postazioni militari ben conservate risalenti al primo conflitto mondiale (1915-1918). Successivamente, vi sono dei tratti in salita e in discesa fino a raggiungere un ponticello.

Uno dei momenti più emozionanti del percorso è quando si attraversano due caratteristici ponti tibetani, offrendo un'esperienza unica mentre si cammina sospesi sull'acqua.

Si prosegue poi in discesa sulla destra del torrente, attraversando il piccolo laghetto di Ro'sole, fino a raggiungere il Rifugio Branca per una meritata pausa.

Infine, il ritorno ai Forni si effettua seguendo una carrareccia, completando così una bellissima escursione ad anello a Bormio che mescola natura, storia e avventura in una delle zone più affascinanti delle Alpi italiane.

 

3. Passeggiata Panoramica in Val Zebrù

Val Zebrù

Val Zebrù

La Panoramica Val Zebrù è un'escursione affascinante che offre ai visitatori l'opportunità di esplorare la bellezza naturale e selvaggia della Val Zebrù, situata nella zona di Madonna dei Monti. Questo percorso di trekking ha una lunghezza di circa 18,87 chilometri ed è classificato come di media difficoltà, con una durata prevista di circa 6 ore e 20 minuti.

Il punto di partenza e di arrivo è la frazione di Niblogo. Da qui, si segue la strada carrabile S529 che conduce in Val Zebrù.

L'escursione inizia attraversando il ponte di Peceneccia, da cui si imbocca la strada a sinistra che porta all'interno della vallata vera e propria. Lungo questa parte del percorso, si cammina brevemente costeggiando il corso del torrente, offrendo un'atmosfera rinfrescante e una vista panoramica mozzafiato sulla valle.

Il sentiero attraversa inizialmente fitti boschi. Questa parte è caratterizzata da profondi valloni e terrazzi verdi, spesso punteggiati da caratteristiche baite alpine.

Durante la camminata, è possibile avvistare la fauna locale, tra cui ungulati come camosci o stambecchi, oltre al maestoso gipeto, una specie di avvoltoio recentemente reintrodotta nel Parco Nazionale dello Stelvio.

Raggiunte le baite di Campo, situate a quota 1948 metri, il percorso si dirige verso destra lungo un ripido sentiero a tornanti, conducendo alla deviazione verso il bivacco Costantini. Da qui, il cammino prosegue su un sentiero prevalentemente pianeggiante, identificato come sentiero S526, fino a raggiungere le baite di Cavallaro.

Il sentiero, quindi, scende lungo un percorso a tornanti, segnalato come sentiero S527, riportandoti sulla strada carrabile nelle vicinanze del Ristoro Zebrù. Da qui, è possibile tornare alla frazione di Niblogo, completando così l'escursione.

4. Passeggiata in Val Viola

Val Viola

Val Viola

L'itinerario ad anello della Val Viola è una famosa escursione nei dintorni di Bormio, ideale per escursionisti e ciclisti. Inizia da Arnoga e passa per baite pittoresche come Premoglia e Campo. Dopo aver attraversato un torrente a Stagimel, il percorso si addentra nella foresta e offre una vista panoramica spettacolare. La vegetazione diventa più rada mentre si sale in altitudine.

Dopo circa 5 chilometri, si raggiungono le baite di Altumeria a 2116 metri. Qui, c'è un bivio che permette di dirigerti verso la Val Cantone di Dosdé. Continuando tra il Corno di Dosdè e il Pizzo Bianco, si arriva al Rifugio Viola a 2314 metri, con vista sul Laghetto Viola. Il sentiero continua al Passo della Val Viola, segnando il confine con la Svizzera e aprendo la strada alla Val Poschiavina.

L'intero percorso ad anello ha una lunghezza di circa 11 chilometri ed è percorribile in 3-4 ore di cammino. Il dislivello complessivo è di circa 500 metri, rendendo il sentiero accessibile a una vasta gamma di escursionisti, compresi i bambini, ed è caratterizzato da una difficoltà semplice.

È importante notare che in inverno, su questo itinerario, le guide organizzano e accompagnano anche escursioni con le ciaspole, offrendo un'esperienza unica nella stagione innevata.

5. Passeggiata da Bormio 2000 a Bormio 3000

Laghetti di Bormio 3000

Laghetti di Bormio 3000

Con una distanza di 15 chilometri e un tempo stimato di 6 ore, l'itinerario da Bormio 2000 a Bormio 3000 offre l'opportunità di esplorare paesaggi mozzafiato e di sfidare se stessi lungo un percorso vario e affascinante.

La passeggiata inizia da Bormio 2000 e si snoda attraverso una strada sterrata inizialmente piuttosto agevole, caratterizzata da una lieve pendenza. Durante il tragitto, si attraversa la suggestiva Baita del Pastore e la pittoresca valle Sobretta.

Man mano che si procede, si raggiunge la Bocca di Profa e i Laghetti, un vero e proprio gioiello nascosto lungo il cammino.

Il percorso offre una varietà di livelli di difficoltà, con tratti che vanno da facili (T1) a moderati (T2), e solo verso la parte finale si presentano alcune sfide più impegnative (T3). Questo rende l'escursione adatta a escursionisti con diverse abilità.

L'apice dell'escursione è Bormio 3000, esattamente il rifugio Heaven 3000, situato sulla Cima Bianca. È il luogo perfetto per godersi un pasto e rilassarsi prima di intraprendere il ritorno.

Se preferisci una via del ritorno più agevole, puoi utilizzare la funivia che ti conduce direttamente a Bormio 2000.

 

Conclusione

In conclusione, Bormio e le sue vallate offrono un vero paradiso per gli amanti dell'escursionismo e delle passeggiate. Con un ricco patrimonio di oltre 600 chilometri di sentieri, Bormio è il luogo ideale per avventurarsi nella natura incontaminata e scoprire panorami mozzafiato. Che tu sia un escursionista esperto o un appassionato di passeggiate tranquille, qui troverai sicuramente esperienze indimenticabili per arricchire la tua vacanza.


Holidoit
Holidoit

Il team di autori di Holidoit

Trovi Holidoit su:

Condividi

Segui Holidoit