Holidoit Logo

Laghi in Lombardia: I 4 laghi più famosi e i posti da visitare

03 aprile 202425 minuti di lettura

La Lombardia non può certo annoverare tra le sue bellezze naturali il mare, ma compensa questa mancanza con la ricca presenza di laghi: Lago di Como, Lago d'Iseo, Lago Maggiore e Lago di Garda. Sono una meta ideale per passare un weekend fuori porta.

In questo articolo vi proponiamo, per ciascuno dei 4 laghi, una guida completa alle principali località turistiche con dei consigli per gite e visite.

Contenuti

Lago Maggiore

Detto anche Verbano, il Lago Maggiore è diviso tra Piemonte, Lombardia e il distretto di Locarno (Svizzera) ed è il secondo lago più esteso d'Italia. È particolarmente famoso per i suoi giardini e per le isole Borromee, raffigurate in foto.

Scopriamole assieme.

Le Isole Borromee viste dall'alto

Migliori località

Locarno

Unico comune in territorio svizzero, Locarno è famosa per il suo microclima mediterraneo che la rende la città più calda della Svizzera. La Piazza Grande è il fulcro del centro storico, ricco di antichi palazzi. Oltre che per le bellezze architettoniche, Locarno è ricordata anche per ospitare ogni anno il celebre festival cinematografico che si tiene proprio nella Piazza Grande.

Piazza Grande a Locarno

Verbania

Verbania è il centro urbano più grande tra quelli che si affacciano sul Lago Maggiore. Grazie alla suggestiva presenza di numerosi parchi e ville, è stata soprannominata "Il giardino del Lago Maggiore". Tra le sue attrazioni la più gettonata è senza dubbio Villa Taranto, con i suoi splendidi giardini botanici arricchiti da piante e fiori provenienti da tutto il mondo.

I giardini botanici di Villa Taranto a Verbania

Stresa

Stresa è forse la località più celebre del Lago Maggiore, oltre che per i suoi monumenti anche per gli eventi che ospita ogni anno. Bellissimi sono i giardini e parchi ricchi di piante e fiori colorati. Attrazioni principali sono la Villa Pallavicino e naturalmente le meravigliose Isole Borromee, facilmente raggiungibili in traghetto dal porto di Stresa.

Il Parco di Villa Pallavicino a Stresa

Arona

Arona è una delle più belle cittadine del basso lago. Tappa obbligatoria è certamente la visita al Sancarlone, la colossale statua (altezza 35,1o m) di San Carlo Borromeo, nato in questa città.

Sancarlone di Arona

Angera

Sul versante lombardo troviamo la romantica località di Angera, dominata dall'alto dalla Rocca Borromea, in assoluto una delle attrazioni più belle del Lago Maggiore. Dall'alto di questa fortificazione  si gode di uno splendido panorama che dà sulle acque del lago e sulla dirimpettaia Arona. Anche l'interno del castello non è da meno, con le sue sale affrescate e ricche di cimeli storici.

La Rocca Borromea che sovrasta Angera

Luino

Risalendo la sponda occidentale del lago, più precisamente lungo il tratto denominato Costa Fiorita, a pochi passi dal confine svizzero troviamo Luino, elegante centro lacustre famoso per ospitare ogni mercoledì lo storico Mercato Internazionale che da ben 550 anni attira turisti ed acquirenti da ogni dove. Degni di attenzione anche il Palazzo Verbania, in stile liberty, e lo splendido lungolago che arriva a quasi 2 km di lunghezza.

Palazzo Verbania

Gite consigliate

1. Visita alle Isole Borromee (con traghetto da Stresa)

Se vi trovate a Stresa non potete non prendere un traghetto che vi conduca alle Isole Borromee, comprendenti l'Isola Madre, l'Isola Bella, l'Isola dei Pescatori, l'Isolino di San Giovanni e lo Scoglio della Malghera. Le prime tre isole sono visitabili e offrono paesaggi veramente incantevoli: i rispettivi palazzi presenti sull'Isola Madre e sull'Isola Bella, entrambi provvisti di uno stupefacente giardino, sono meravigliosi; invece sull'Isola dei Pescatori, l'unica abitata stabilmente, è possibile percorrere i suggestivi vicoli che ne attraversano il piccolo centro.

L'incantevole giardino di Palazzo Borromeo sull'Isola Bella

2. Gita al Lago di Mergozzo

Questo piccolo lago si trova a due passi dal Lago Maggiore e le sue limpide acque, tra le più pulite dell'arco alpino, sono una meta previlegiata per gli amanti degli sport acquatici. La cittadina omonima che si specchia sulle sue rive è uno splendido borgo caratterizzato da case in pietra addossate l'una sull'altra. Simbolo della cittadina è il secolare olmo che domina la piazza centrale.

Il piccolo borgo di Mergozzo

3. Trekking sul Mottarone (da Stresa)

Sempre restando a Stresa, un'altra consigliatissima meta è il monte Mottarone (1'492 m). Collocato a metà strada tra Lago Maggiore e Lago d'Orta, dalla sua cima si può vedere una fantastica visuale a 360° che permette di vedere le Alpi Marittime, le grandi cime alpine come il Monviso e il Monte Rosa, la Pianura Padana e l'impareggiabile scenario dei Sette Laghi (Orta, Maggiore, Mergozzo, Biandronno, Varese, Monate, Comabbio).

Oltre ad essere un importante centro sciistico invernale, il Mottarone è perfetto anche per chi ama far trekking: moltissimi sono infatti i sentieri percorribili. Ricordiamo anche i bellissimi Giardini Alpinia che si trovano ad Alpino, una frazione di Stresa sulle pendici della montagna.

Vista aerea del Mottarone e del Lago Maggiore

4. Visita all'Eremo di Santa Caterina del Sasso (Leggiuno)

Passando sulla sponda lombarda, ultima gita consigliata per il Lago Maggiore è una visita all'Eremo di Santa Caterina del Sasso, a Leggiuno, gradevole paese lacustre in provincia di Varese. L'eremo è un monastero innalzato su una parete di cruda roccia e proprio questa sua posizione lo rende un luogo estremamente suggestivo dal quale è possibile godere di una splendida vista del Lago Maggiore.

L'eremo di Santa Caterina del Sasso

Come arrivare

Infine qualche informazione logistica. Per chi vuole raggiungere il lago in auto, per quanto riguarda la sponda piemontese può prendere l'autostrada A26 fino a Verbania, per poi continuare con la strada statale 34 che arriva fino a Locarno; per il lato lombardo a costeggiare il Verbano è la strada provinciale 69 che da Sesto Calende arriva fino a Luino.

Passando invece al trasporto su treno entrambe le sponde sono ben collegate: sul lato ovest vi è la linea R23 Domodossola-Arona-Gallarate-Milano, mentre sulla riva orientale abbiamo la linea Sesto Calende-Laveno, la S30 Cadenazzo-Luino-Gallarate (Luino è poi anche raggiungibile da Milano attraverso la R21 Luino-Gallarate-Milano). Infine si può raggiungere Locarno attraverso la linea transfrontaliera R80 Locarno-Milano Centrale.

Lago di Como

Il Lago di Como, detto anche Lario, è il più profondo d'Italia e il terzo più grande per estensione. Il bacino è diviso in tre rami: a nord vi è il bacino di Colico che si interseca poi nei due celebri rami di Como e di Lecco. Meta privilegiata di ricchi e nobili fin dall'epoca romana, il Lago di Como è costellato da numerose ville di prestigio che ne accrescono la fama internazionale.

Il borgo di Cernobbio visto dalle acque del Lago di Como

Migliori località

Menaggio

Partendo dal ramo occidentale del lago, la nostra prima tappa è Menaggio con la sua Piazza Garibaldi come centro. Ma il fiore all'occhiello di questa cittadina è probabilmente il suo lungolago alberato su cui si affacciano numerose ville signorili. Altra attrazione degna di nota è l'elegante Villa Mylius Vigoni, ospite tra l'altro del Centro italo-tedesco per il dialogo europeo.